Verità

È tutto falso: false le narrazioni,
false le ideologie, corrotti i governi,
falsa la storia, false le scuole,
cattivi quasi tutti i maestri, falsi
i media di massa, maligna l’autorità
civile, false le parole, false le promesse,
false le correnti artistiche, falsa
la modernità e le sue sirene, falso
il progresso, meschina la scienza
che grida autorità sulla vita, folle
la tecnica, criminale la legge, falsi
i volti, falsi i sorrisi, maligna
la finanza, falsa la cultura,
brutto il potere, falsi gli intellettuali
e i capi religiosi.

Male e menzogna ovunque: inganno
manipolazione e volontà di potenza
animale: inutile nasconderti in concilianti
totalità taoiste o hegeliane che discolpano
il male e assolvono la storia.
Comoda scappatoia per sfuggire
al vero che grida lacerante
con occhi di pazzo. La ferita
ce l’hai dentro, la senti ogni minuto:
grida di tortura inflitta, gioia nuziale
violata, piede premuto sul volto
di chi voleva solo amare: ora è sorriso
su una tomba.

(Ancora non comprendi
il perché del Sacrificio?)

Ma se provi una pietà e accosti
quel male allo spicchio di azzurro
tra le nubi, alla musica e all’arco
di pietra sopra il fiume, al semplice fatto
che le cose sono — allora
forse intuisci che il male oscura
un valore. Forse in pianto di preghiera
e in purezza di lacrime può ancora nascerti
dentro immagine salvifica: in Venezia
interiore è giardino fiorito di convento
e al centro grande rosa rossa: non pace
ma catena di mani e canto acceso nel dolore.

Il male
e l’esistenza del reale:
in questo scarto sublime
si misura l’impresa dell’essere.

Ma pretendi verità
in mascella serrata
e linea rossa che spacca la pietra



24 ottobre 2021

(San Raffaele Arcangelo)

Using Format